21 MARZO: GIORNATA DELLA POESIA


TRANSUMANZA

Sverno

Dove l’ultimo spicchio di sole

Riscalda il mio vagare lento,

errando

per valli riesumate dal ricordo

dov’ero agnello dal morbido riccio

inconsapevole e felice d’andare.

Ho speso tante estati nella piana,

raggi feroci incendiavano il vello robusto,

incenerivano i ricordi,

ubriacavano gli occhi opachi.

E ora, questa transumanza,

m’offende il cuore, m’incatena.

Devo seguire il gregge,

anche se non è più lo stesso.

Da tempo ho perduto compagni,

li ho visti morire distratti,

anelando al greto mellifluo,

annegando nel ruscello violento,

alcuni sbranati dai lupi.

Li ho visti afferrare da mani rapaci,

li ho riconosciuti dai belati invocanti,

dall’odore acre dell’ arrosto.

Altri ho perduto di vista, ombre vaghe.

Poi si sono aggregati i nuovi di cuore,

sgambettavano ignari, felici

nell’aria pungente, prima del fuoco.

Hanno brucato anche loro l’erba avvelenata,

trovato ristoro nella fonte indigesta,

molti sono scomparsi nella grande vallata.

Segno il passo, imperterrito,

tra un vagito e un allegro belato,

facendo il pieno di soli e di lune,

col capo chino e il passo allineato.

Non andrò,

questa volta a svernare,

rimarrò qui, solo, ad aspettare

nuovi cuori a farmi compagnia,

freschi ruscelli a dissetare la mia sete antica,

tiepidi raggi a riscaldare

questa carcassa stanca d’andare.

di Lucia Sallustio

Poesia inserita nell’antolgia del Premio “Cose a Parole” II edizione -PerroneLAB

Annunci

2 thoughts on “21 MARZO: GIORNATA DELLA POESIA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...