Cena con autore, e quale autore: Dacia Maraini


Dacia Maraini e Lucia Sallustio

Lucia sallustio- Dacia Maraini- la poetessa biscegliese Giuseppina Di Leo

Se ai tempi del liceo mi avessero detto che sarei stata fianco a fianco con un’autrice del calibro e del fascino di Dacia Maraini, avrei imparato senza dubbio a fare le capriole sfidando la paura per le vertigini.

E, invece, giovedì 18 novembre il sogno si è tradotto in realtà espressa con una naturalezza disarmante. L’autrice era stata invitata in Puglia per essere insignita nella mattinata della laurea ad honorem presso la facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Foggia. Nella serata la libreria Il Ghigno di Molfetta, molto attiva nell’organizzare incontri con autori con la giusta dose di convivialità salottiera, ha invitato l’autrice  nell’auditorium Regina Pacis gremito di studenti delle scuole superiori, insegnanti e spettatori entusiasti.  Dacia Maraini ha dialogato con i giovani lettori su svariati temi di attualità e curiosità narrative, soprattutto quelle  poste dalla sua ultima fatica “La ragazza di via Maqueda” , una raccolta di 24 racconti che si snodano in ambientazioni che vanno dalla Sicilia, all’Europa e infine all’Abbruzzo dove attualmente l’autrice risiede e lavora.

Ma l’emozione più grande da me vissuta é stata quella di poter dialogare più serenamente  con Dacia Maraini al ristorante dove come lei ero ospite dei miei amici librai. Il fascino dei suoi occhi azzurri, vi assicuro, é catalizzante e quello della sua parola, semplice ma puntuale e rigorosa come solo una persona esercitata da sempre a vagliare l’atto comunicativo e a selezionare i giusti significanti sa fare, é contagioso. Una donna curiosa di apprendere e aggiornarsi, che si è interessata di conoscere  modalità ed esiti dell’auto-pubblicazione con siti quali ilmiolibro.it o lulù.com, che si è dichiarata contraria alla pubblicazione con contributo alla quale avrebbe senz’altro opposto una forma di auto-pubblicazione, che si é entusiasmata ai commenti alle ultime produzioni cinematografiche e si è divertita a riascoltare battute dal film “Benvenuti al sud” ( e come non parlarne qui da noi!).

Ma soprattutto é stata generosa nel rispondere a domande sulla scrittura, ci ha raccontato del rigore del suo impegno non inferiore alle sei ore giornaliere di produzione scritta, a parte tempi per la ricerca, presentazioni, impegni professionali.  Abbiamo parlato della genesi della sua opera “Isolina”, forse meno nota tra quelle che l’hanno consacrata ad un posto d’onore nella Storia della Letteratura italiana e mondiale, ma che mi ha colpita molto dato che mi occupo prevalentemente di scrittura di genere femminile.  Le ho chiesto  come fosse pervenuta alla scelta tematica e mi ha risposto che le era stato commissionato un libro ispirato da un fatto di cronaca e che , dopo alcune ricerche, si era imbattuta  nel caso di una giovane adolescente del veronese, fatto accaduto nel 1902, rimasta vittima non solo dell’abuso dell’uomo ma anche di un sistema di auto-immunità e solidarietà nella difesa e copertura del criminale e indicizzazione della povera vittima. Si era intenerita alla giovane e indignata di fronte alla sua morte,  durante un tentativo atroce di aborto indotto, e alla truce sorte del cadavere fatto a pezzetti e gettato in sacchi nell’Adige. Storia triste ma intensa, che vi consiglio di leggere.

Foto, autografo, ma non è il primo, sono una fan ad oltranza di Dacia Maraini, e l’ottima cucina molfettese a base di pesce e prodotti della terra in un connubio da sogno, hanno reso la serata un evento per me  indimenticabile anche se nemmeno questa volta, visto che non ho più ventanni, potrò mettermi a fare le capriole dalla gioia.

di Lucia Sallustio

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...