Recensione di “E ti torce, l’amore” su Poetry wave-dream di Antonio Spagnuolo


Che l’amicizia sia un sentimento nobile e poliforme che racchiude in sé già  altri sentimenti quali la stima, la lealtà, l’amore stesso nella sua sfumatura più ideale e meno materiale, é cosa risaputa. Non parlo di amici di sempre, di rapporti consolidati nel tempo che hanno saputo superare sbarramenti di diverso genere, quelli per fortuna ci sono e rimangono per me dei saldi punti di riferimento. Ciò che mi sorprende, invece, è constatare come sia possibile trovare nuovi amici a tutte le età e, soprattutto, che le recenti amicizie fatte in ambito letterario si rivelino forti e gratificanti alla stessa stregua di quelle cresciute nel tempo.
Come da mia abitudine, interrogarmi sempre sul “perché” delle cose, delle situazioni che si creano, degli eventi, ho riflettutto a lungo anche su questo. La risposta mi è giunta da un grande del passato, un intramontabile, che già parlava di “affinità elettive”. Ecco cosa lega persone che per anni hanno seguito percorsi isolati e paralleli e che, in occasione di una manifestazione letteraria o semplicemnte sfruttando la nuova tecnologia e i social-network, hanno visto le loro strade convergere verso interessi e sentire comune, verso l’ardua trasposizione di quel sentire in parole. Amicizia rinsaldata, peraltro, dalla condivisione di come sia diffile dare a quelle parole una collocazione più o meno stabile sulla carta, visto che le  parole sono in continuo movimento, onde che si accavallano e si stemperano nel sereno o sopraffatte dai moti di altri animi inquieti.
Un lungo preambolo per dire che Giuseppina Di Leo, autrice del libro di poesie “Slow-feet” edito da Gelsorosso  e amica di penna di recente conoscenza, ha confermato la mia teoria gratificandomi con una recensione sulla mia silloge poetica “E ti torce, l’amore”. Si è poi presa la briga di contattare il poeta Antonio Spagnuolo perchè la pubblicasse, se di suo interesse, sul proprio sito “Poetry wave-dream”.
Un grazie di cuore all’amica e un  grazie pubblicamente ad Antonio Spagnuolo *per avermi dato fiducia inserendomi tra i tanti grossi nomi del panorama letterario italiano del quale egli stesso fa parte.
Vi riporto integralmente la recensione e subito dopo il link al sito:
martedì, 19 aprile 2011

Lucia Sallustio: “E ti torce l’amore” – Ediz.“Il Croco” – Gennaio 2011 – I quaderni di Pomezia –Notizie – (Terzo Premio Città di Pomezia 2010) –
“E ti torce, l’amore” è elegia di sentimenti . Come l’altra metà del cielo è donna,  così la poesia di Lucia Sallustio si mostra con tutta l’evidenza  della propria femminilità, facendo della metà  la parte di un tutto.
Poesia al femminile,  dunque, un’impronta che colloca il sentimento d’amore verso il proprio uomo come prima istanza, un’urgenza di cui la parola si fa carico: «Nel gioco sottile dei rimandi,/ dei dinieghi e ammiccamenti,/ nell’ombra dello sguardo/ nel donarsi senza pretese/ nella richiesta insoddisfatta/ nell’oggi avaro d’amore/ o nel provvido domani/ si dipana la nostra storia» (Catena e ghirlanda).
Emerge immediatamente, fin dal titolo dell’agile raccolta, l’uso e forse anche abuso, della parola ‘amore’, nelle sue varie declinazioni, un tormento che è, al tempo stesso,  confessione e bisogno d’amore, per l’appunto.
Tra “Pensieri d’amore”e “Bisogno d’amore”, rispettivamente, la prima e l’ultima poesia della silloge – un haiku e un’ode a rima baciata – i sentimenti  verso l’amato scorrono in mille rivoli, con i tormenti e le paure,fatte di attese, rinunce e di soprassalti del cuore: «Mescolammo forze e debolezze/ [..] Ci cercammo nella notte e nel giorno/ per timore di perderci»  (Storia di noi due).
In diciotto liriche prende forma la ricerca stilistica della poetessa, tra paronomasie («bronci e baci»), allitterazioni («nel grigiore dei giorni uguali»); lo sviluppo di una storia vissuta in prima persona da una donna innamorata della propria storia a due, al punto da rendere plurale il desiderio dell’altro, fin oltre la propria esistenza: «Energia Io sarò per te/  quando il buio attraverserai» (Io e Te). Una dichiarazione d’amore, toto corde.
Giuseppina Di Leo

http://poetrydream.splinder.com/

*Antonio Spagnuolo è nato a Napoli il 21 luglio 1931. Presente in numerose mostre di poesia visiva nazionali e internazionali, inserito in diverse antologie, collabora a periodici e riviste di varia cultura. Attualmente dirige la collana “le parole della Sibilla” per le edizioni Kairòs, e la rassegna “Poetrydream” in internet. Nel volume “Ritmi del lontano presente” Massimo Pamio prende in esame le sue opere edite tra il 1974 e il 1990 . Nel volume “Come l’ombra di una nuvola sull’acqua” Plinio Perilli elabora un  saggio sulle ultime pubblicazioni edite tra il 2000 e il 2007. Tradotto in francese, inglese, greco moderno, iugoslavo, spagnolo. Ha pubblicato numerosi volumi di poesia quasi tutti premiati. Di lui hanno scritto numerosi autori fra i quali A. Asor Rosa che lo ospita nel suo “Dizionario della letteratura italiana del novecento“, e nei volumi della “Letteratura Italiana” edizione Einaudi 2007 , Carmine Di Biase nel volume “La letteratura come valore“, Matteo d’Ambrosio nel volume “La poesia a Napoli dal 1940 al 1987“, Gio Ferri nei volumi “La ragione poetica” e “Forme barocche della poesia contemporanea“,  Stefano Lanuzza nel volume “Lo sparviero sul pugno“,  Felice Piemontese nel volume “Autodizionario degli scrittori italiani” , Corrado Ruggiero nel volume “Verso dove“, Alberto Cappi nel volume “In atto di poesia“, Ettore Bonessio di Terzet nel volume “Genova-Napoli due capitali della poesia“, Dante Maffia nel volume “La poesia italiana verso il nuovo millennio”, Sandro Montalto in “Forme concrete della poesia contemporanea” e “Compendio di eresia”,  Ciro Vitiello nel volume “Antologia della poesia italiana contemporanea”, oltre a L. Fontanella , M.Lunetta, G. Manacorda , Gian Battista Nazzaro , G. Panella, G. Raboni ,  e molti altri .

Annunci

2 thoughts on “Recensione di “E ti torce, l’amore” su Poetry wave-dream di Antonio Spagnuolo

  1. WOW! I più vivi complimenti! E unisco anche un augurio di Buona Pasqua, cara Lu. Era da un po’ che non passavo di qui, per motivi vari, ma trovare queste notizie è semplicemente meraviglioso! A presto. Stefy

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...