Versi concepiti nel 2011 e che vedono la luce con il nuovo anno


Grammatica di un pensiero

Penso

di me,

di te

di un pensiero

sgrammaticato,

di questo nostro amore

sfracellato

su un binario interrotto

in un giorno di sole.

Sulla bocca il salso

Delle lacrime

E il fiele

Della rabbia che ingrossa

E disfa e liquefa

La sintassi ben costruita

Di un tempo logico.

Nelle orecchie echi

Dei tuoi discorsi

Scanzonati

Negli occhi il tuo sorriso

Che non ha tempo

E che mi guida

In un presente

che ti rigenera

nel volto di un bambino.

01/01/2012

Annunci

2 thoughts on “Versi concepiti nel 2011 e che vedono la luce con il nuovo anno

  1. Mia cara Amica,
    nel 2012 dai luce a una lirica strizzata, sorvegliata, asciutta eppure
    ricca delle similitudini alle quali ci hai abituato che bucano l’anima!
    Sei forte e sanguigna e dolce e lieve…
    Ogni Artista dovrebbe essere esperta di ossimori come te!
    Ti stringo al cuore e ti auguro tutto il bene possibile con immenso affetto.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...