E SI DIVENTA FRAGILI


E SI DIVENTA FRAGILI

Fragili. Così si diventa

nel fluire del tempo

nel rotolare dei giorni

nella scalata frenetica.

Inverni seguono estati

Tramonti chiudono albe

Note di silenzio cadono

Dopo caos e frastuono

E si rimescola tutto,

Ora dopo ora,

senza volerlo o saperlo.

Così, passo a passo,

corsa dopo corsa,

sosta che non ristora,

incanto che non sazia,

si assottiglia la vita

si annebbia la certezza

sfumano i contorni

s’infiacchisce la speranza

e si diventa fragili.

di Lucia Sallustio

 

Annunci

2 thoughts on “E SI DIVENTA FRAGILI

  1. “E si diventa fragili”… che titolo e che disamina, amica mia…
    Nei giorni che precedono la Resurrezione di Cristo sembra un’analisi della nostra incapacità di rispondere alle aspettative della vita. Sembra un mea culpa di rara levità e intensità.
    Sei specchio della mia cooscienza, Lucia… ti ringrazio per tanto dono, ti abbraccio e ti rivolgo gli auguri più caldi di una Pasqua di salute e di energia interiore!

    Mi piace

  2. Maria, versi dedicati a tutti noi, ma ispirati dalla vista dei genitori che hanno tanto lottato, faticato, gioito, sofferto, vissuto e che, un bel giorno, non sai nemmeno come, ti sembrano più fragili nel corpo e nell’animo, assottigliati dalla vita stessa. Grazie e Buona Pasqua, io spero di ricevere quanto prima il tuo romanzo.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...