Quando tradurre è regalare emozioni


Graditissimo regalo mi perviene oggi da una amica americana, Cheryl Ries: la traduzione della mia poesia UNO DI DUE (ASSOLO) che, fuori concorso, dà il via al Premio on-line di Poesia “San Valentino D’Autore”.

Thanks Cheryl, an unexpected precious gift.

Cara Lucia,

This is what I have come up with working on it a bit . . it is absolutely beautiful poetry! I hope to even have done it justice in English . . the sense of the words is quite clear to me! Thank you for sharing! If this doesn’t suit you, I am happy to give it more effort later on . . have a wonderful evening! Cheryl xo

ONE OF TWO ( ALONE )

Strange solitude cuts through the air
My pace, diligent on the pavement
Not resounding in the prolonged echo
Of the sweet bounce of your body.
A busy disturbance in the world
of tasks impregnated,
smiles and clasped hands between old friends.
Yet I miss your listening
Patient, your disappearing unexpectedly,
the stride of your step when you return.
I miss your playful smile
Your mockery, at times disrespectful
It is my problem and mine. Alone.

by Lucia Sallustio- translation by Cheryl Ries

(poetry out of competition)

Annunci

One thought on “Quando tradurre è regalare emozioni

  1. Salve Professoressa,
    le confesso che la prima cosa che ho fatto, ritagliandomi una mezz’ oretta è stata visitare il suo blog. L’ iniziale sentimento che ho provato nel digitare l’ indirizzo era quello di curiosità, mi è talvolta capitato di leggere qualche sua poesia in rete e ricordo quella volta in cui ce ne lesse una in classe e ci parlò del suo libro, ma del blog non ero a conoscenza. Inoltrandomi nella lettura ho usato come sottofondo il video : ‘ Le onde’ di Einaudi, che per pensare solitamente ascolto e che ho trovato pubblicato in uno dei post. Devo essere sincera, i suoi versi, come quelli di altri autori che hanno dato voce alla loro anima mi hanno emozionata..Anche io, da qualche anno a questa parte ho avvertito l esigenza di dover imprimere le mie emozioni, di impugnare una penna e fare in modo che foglio e anima collaborassero all’ unisono. Credo che la scrittura, come tutte le altre forme artistiche abbia la capacità di elevare gli uomini, senza eccezione di sesso o età; avvalendosi della propria sensibilità ci si può isolare dal mondo, dai pensieri, dai problemi, piccoli o grandi che siano per ritagliarsi uno spazio con la propria interiorità. Quando scrivo sento quasi la mano pulsare e provo tante piacevoli sensazioni: mi sento viva e sopratutto non ho alcun tipo di timori. Sono convinta che solo nell’ esplicitazione della propria passione si possa essere realmente se stessi, ma talvolta risulta difficile trovare il modo di conciliare la frenesia della realtà con ciò che realmente si desidera. Io sono solo una ragazza, con tanti grandi sogni ed un futuro tutto da scrivere, vivere e costruire. Io sono solo una ragazza che ha ancora tanto da imparare ma che è soddisfatta del suo percorso, della sua crescita interiore e della strada che ha imboccato. Io sono una ragazza e se nonostante la mia giovinezza ho acquisito queste consapevolezze per me importanti è grazie alle figure che ho incontrato e che mi hanno aiutato a formarmi: la mia famiglia e i miei insegnanti. Spesso noi giovani siamo irruenti e tendiamo solo a valutare la superficie delle cose, spesso ci mostriamo irriconoscenti ma dovremmo ringraziare chi ci sostiene, nonostante tutto e chi si impegna per offrirci delle basi solide. In tutta onestà le dico che mi sono piaciuti molto i suoi versi, la bellezza della poesia sta proprio nella capacità di potersi ritrovare nei versi di un’ altra persona che prova i tuoi stessi sentimenti. Solitamente le poesie si scrivono in solitudine, ma è una condizione apparente perchè dopo averle trascritte ci sarà sempre qualcuno che le leggerà e che positivamente o negativamente ritroverà qualcosa di suo nel contenuto. Lei, è perfettamente riuscita ad intessere questa comunicazione speciale; mettendo da parte il ruolo della professoressa Sallustio, ho visitato il blog ricevendo stimoli dal suo spirito, quel suo stesso spirito che la porta a scrivere.
    Ho avvertito naturale l’ esigenza di lasciare questo mio commento, la ringrazio per avermi consigliato la sua navigazione e per aver talvolta dedicato il suo tempo per leggere qualche mia produzione.
    Sotto vorrei pubblicare una delle poesie in cui mi sono cimentata e che presa dalla voglia di esprimermi ho elaborato, spero possa piacere e sopratutto comunicare qualcosa.
    Ringraziandola ancora, la saluto
    Elena Bensi De Palma

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...