Natale 2013: un momento di riflessione


Son tornate a suonare campanelle

Son tornate a suonare campanelle

Dietro i vetri lacrimanti di condensa

E l’aria respira mosto e cipolle

Che evocano al cuore giorni andati.

Non sono così lontani, dell’estate

I bollori a lungo reclamati,

evaporati nelle nebbie dell’alba

che intorpidiscono pensieri fitti.

Brillano luci e nastri argentei

Nelle  vetrine ammalianti

Di negozi sempre più deserti

Echi di raccolte migliori e vanità.

Sfilano i nuovi Magi nelle stazioni

Non portano doni, non tendono mani

Superato è ormai ogni pudore

E il rancore erge muri e divide.

Vuote sono ancora le culle nei presepi

Aridi i cuori di speranza s’arrabbiano

E ogni tanto la violenza urla nelle strade.

Suonano le campanelle, è Natale.

 

di Lucia Sallustio

Annunci

2 thoughts on “Natale 2013: un momento di riflessione

  1. Così intensa, nuova originale, questa tua lirica sul Natale, carissima Lucia, che destabilizza e coinvolge. Narri dei nostri tempi di ‘cuori aridi’ e di ‘culle vuote’ e sei specchio dei pensieri di fin troppe persone. Si è perso il senso dell’attesa mistica, dell’incanto, dello stupore… e ogni anno sembra di dover affrontare una collana di giorni finti…
    Vorrei potessimo restituire ai nostri figli , ai nostri nipoti il senso magico dei nostri Natali..
    Nell’attesa ti tengo stretta in questi giorni come in tutti gli altri… sperando possa essere Natale ogni volta che lo meritiamo!
    GRAZIE!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...